“La polizia locale va equiparata alle forze di polizia”

Dopo la petizione dell'agente viadanese Boldrini Bruxelles scrive a Roma

0
60

CREMONA – Viene chiesto di equiparare la polizia locale alle altre forze di polizia nazionale, cosa che oggi non avviene perché gli agenti di polizia locale vengono considerati dipendenti degli enti locali in cui prestano servizio. 

Sì, la polizia locale in Italia viene trattata come un corpo di serie B: la conferma arriva vestita di ufficialità dalla Commissione Europea per le Petizioni, dove la richiesta era giunta da Piero Boldrini, agente della polizia locale di Viadana. Lo stesso anni fa rimase vittima di un’aggressione durante un arresto, che gli costò diversi giorni di prognosi e un quadro clinico grave. Da lì la decisione di rivolgersi anche alla Commissione Europea per le Petizioni, per fare conoscere una situazione che, evidentemente, viene considerata discriminatoria.

La presidente della Commissione, la svedese Cecilia Wilkstrom, ha scritto nelle scorse ore proprio a Piero Boldrini, che a lei si era rivolto in udienza pubblica lo scorso 23 gennaio, perorando la causa sostenuta dallo stesso vigile urbano. Di fatto viene chiesto di equiparare la polizia locale – di Viadana così come di ogni altro comune italiano – alle altre forze di polizia nazionale, cosa che oggi non avviene perché gli agenti di polizia locale vengono considerati (anche nella tutela legale) dipendenti degli enti locali in cui prestano servizio. Da qui la decisione da parte della Wilkstrom e della Commissione Petizione da lei presieduta di attivarsi per trovare una soluzione che possa essere considerata equa.

Bruxelles scriverà al Governo Italiano, in particolare al Ministro degli Interni Matteo Salvini e poi ai due presidenti di Camera e Senato del Parlamento Italiano. Sarà la seconda missiva che dalla capitale belga – dove il viadanese Boldrini è già stato a novembre 2017 e lo scorso gennaio appunto – giungerà a Roma, dopo che la prima risposta è stata considerata dalla stessa Commissione Europea non soddisfacente. La volontà è di arrivare a tutele e garanzie, anche in caso di ferimento o complicazioni nel corso di missioni e dunque in orario di lavoro, identiche a quelle delle altre forze di polizia.

FONTE: OGLIOPONEWS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here